Da sempre il pesce svolge un ruolo cardine nell’alimentazione dell’uomo. Ricco di proteine ad alto valore biologico, di sali minerali,  di vitamine e grassi poli-insaturi, tra cui i fondamentali omega-tre, andrebbe portato in tavola almeno due/tre volte a settimana.

E’ necessario però consumare pesce di buona qualità o conservato seguendo tutte le accortezze necessarie. Ci sono molti pregiudizi legati a una cattiva “ reputazione “ del pesce surgelato rispetto al pesce fresco. Da un punto di vista nutrizionale non esistono  differenze sostanziali anzi, il contenuto energetico è identico. Per alcuni buongustai ciò che cambia radicalmente tra pesce surgelato e pesce fresco è il gusto ma, spesso, diventa quasi impossibile riuscire a distinguere l’uno dall’altro.

Le acciughe rientrano a pieno titolo tra i pesci che non dovrebbero mai mancare sulle nostre tavole.  Caratterizzate dalla tipica colorazione blu sul dorso, le acciughe  rientrano nel  cosiddetto gruppo del“ pesce azzurro”. Considerate  generalmente come una varietà povera, le acciughe si distinguono invece per le notevoli proprietà nutrizionali.  Facilmente digeribili e soprattutto ricche di proteine e di acidi grassi insaturi del tipo Omega-3. I benefici degli omega -3 sono noti e molteplici: proteggono dall’insorgenza di malattie cardio-vascolari e sono essenziali per il perfetto funzionamento  del sistema nervoso.

Le acciughe possono essere usate in molteplici ricette. Per antipasti sfiziosi, per primi veloci e gustosi o semplicemente da sole.

 

Share This
×

Salve!

Chatta con me su WhatsApp.

× Posso Aiutarti?